annego nel mio mare mentale

sono stanca di nuotare nel mio mare mentale. ho smesso di nuotare annegando fra tutte le mie preoccupazioni, i miei problemi, le mie paure ecc. che mi sommergono da testa a piedi.il mare dove sono immersa è un mare mentale composto di preoccupazioni problemi ecc. non riesco a nuotare.ma è il paragone con la mia vita per farvi capire quanto è difficile e non posso risalire sono in unaa prigione.la prigione dei miei pensieri e non posso scappare e liberarmi da questa rete che mi tiene giù sul fondo del mare ma tutto scompare quando Tuffo sta con me.io mi sento rinata con lui io sto meglio e mi scordo del mio dolore e della mia diversità conta solo il mio cucciolo bianco quando stiamo insieme e mi guarisce dalle ferite.

affogo nel mio mare mentale

non riesco ad uscire dal mio mare mentale. sono legata c’è una corda che mi tiene giù .non posso muovermi nè cercare di scappare invano. c’è una corda che mi trattiene giù infondo al mio mare mentale tutte le mie paure preoccupazioni ecc. non mi fanno risarile e mi impediscono di muovermi ma io cerco sempre di muovermi invano e ho fede che prima o poi qualcosa accadrà perchè non bisogna mai mollare.