Una domenica come tante

Domenica! Niente scuola. Finalmente appena sveglia ho potuto sentire tutta la mia musica. Poi, per cambiare un po’,  mi sono fatta i boccoli e  sono uscita con Tuffo. Lunga passeggiata di quelle che piacciono a me e a lui. Siamo tornati alle 13:00 e mi sono  messa a sentire tutta la mia musica. Dopo pranzo  sono andata a Punta Perotti: il grande pratopunta perotti di Bari. Non c’erano cani  grossi e quindi ho potuto slegare il mio barboncino. La prima cosa che ha fatto Tuffo è stata correre con me per tutto il parco e naturalmenre ha annusato il culetto alle cagnoline. Poi, tornati a casa, solita domenica tra musica e computer mentre aspettavo paperissima.

domenica pensosa(come sempre)

Oggi domenica 22 novembre. Quando mi sono alzata, come faccio sempre ho sentito la musica  e quando ho finito di sentirla (come al solito) sono uscita con mamma e Tuffo. Non faceva freddo come mi aspettavo. Eppure lo avevano detto alle previsioni del tempo. Invece c’era molto vento così tanto che volavo ma per fortuna il freddo non c’era ancora.   Men
tre mamma mi parlava io pensavo al mio futuro. Mi sembra pensosache lo faccio sempre, mentre faccio quallsiasi cosa. Vorrei tanto che il mio futuro fosse un futuro fatto di passioni, infatti io vorrei allevare cani ma ho anche tanta paura del  mio futuro: il posto dove fare questa cosa non  l’abbiamo ancora trovato. E poi c’è il problema agli occhi che mi spaventa: il sole e il mare mi amplificano il probblema. Quando sono tornata a casa ho continuato a pensare al mio futuro mentre sentivo la musica da youtube un centinaio di canzoni.  La prossima estate vorrei andare più spesso da Accessorize perchè amo gli accessori. Sabato e domenica prossima non li passerò al mio computer a sentire la mia musica perchè viene Milk (il cane dei nostri amici di Napoli) e io voglio mostrare amicizia nei confronti di Federica. Pensando queste cose sono arrivata a metà pomeriggio. E’ stato faticoso studiare  con i miei dubbi maggiori nella testa(il mio futuro). Dopo aver studiato, rifflettendo ancora molto sulle mie paura del futuro ho contuinato a sentire la mia musica fino alle 18:50 quando è tornata mamma con Tuffo che voleva giocare e abbiamo giocato quasi un’ora intera. Poi ho iniziato questo articolo e per fortuna alla fine  ho visto paperissima che mi ha fatto morirre dal ridere. E’ stata una giornata piena di dubbi e di pensieri, come mi succede spesso fin da quando ero piccola

sabato con la musica in testa

sabato  e domenica è l’ideale avere la musica in testa perchè non devi fare niente io oggi ho avuto tutta il giorno di scuola la musica in mente e quando sono tornato a casa ho potuto sentire la musica che ho avuto in mente mamma è uscita con Tuffo e poi pe mezz’ora con me e Tuffo e quando sono tornatta ho continuato a sentire la musica che avevo iin mente poi ti ho scritto

Quando faceva troppo caldo

Questa estate ha fatto caldissimo. in certe mattinate che erano davvero afose con 38 gradi, mio padre non mi ha fatto uscire con Tuffo  per evitare colpi  di calore ed eio al marera davvero una tortura stare chiusi in casa d’estate. Adesso che sto chiusa in casa per òa pioggia mi viene in mente   come mi sono passati quegli afosi giorni di luglio. Ogni mattina, dopo aver sentito la mia musica, aver fatto colazione ed essermi lavata, andavo al mare con Annarita che è una delle mie  migliori amiche. La prima cosa che facevo al mare era fare una nuotata: amo nuotare per questo mi piaca il mare ma dopo aver nuotato mi saltava la vista. non lo dicevo a mamma. Quando tornavo a casa mi mettevo a sentire la musica e dopo panzo continuavo o leggevo un libro. Quando l’aria i rinfrescava finalmente potevo uscire.

le persone sono ciuccate(bevute)

caro bloggo le persone sono tutte bevute(ciuccate)io sono strana(per i problemi causati da quel ospedale ma gli altri non sono da meno siamo tutti diversi e ciuccati alcuni di noi fanno cose strane io mi chiedo perchè perchè fanno quelle cose una risposta lho trovata e cioè: perchè sono tutti ciuccati(bevuti)non capisco perchè molte persone si ciuccano(bevono) …io ho paura della morte e dovrebbe essere per tutti così invece non lo è perchè. E allora  continuate a bere che vi fa bene…ciuccato

per fortuna Otto sta meglio

per fortuna Otto sta meglio anch’io sto meglio oggi non avevo la tosse ne 100 muchetti come ieri però a mamma è scoppiato il mal di teste.oggi sono potuta uscire con Otto e Tuffo e abbiamo incontrato zia Anna con gioy siamo usciti alle 18:30 OTTO prima è andato dal medico a farsi fare il certificato medico per tornare a scuola mentre io continuavo a sentire la mia musica.io voglio sempre che tutti stanno bene ma questo capita più rarammente d’iinverno perciò odio l’inverno.

estate al centro

ma solo per andare da accessorize e comprarmi mille cose Accessoriza vende raramente gli abiti sopratutto i gioielli un abito che mi sono comprata lo uso per fare le passeggiate sul lungo marre perchè mi dà l’idea dell’estate accessorize per me è l’estate escluso luglio amo andare da accessorize molti bracciali gli ho presi lì

amo andare da accessorize

si,perchè amo bracciali,braccialetti e orecchini anche molte borse e fulard compro là.non mi piacciono gli accessori deggli altri negozzi solo quelli di acccessorize mi piaciono quando entro là dentro sono capace di comprare mezzo negozio d’estate vado sempre da accessorize perchè d’estate esco più spessso questa estate mi sono comprata una collaana da accessorize

accessorize

è il mio negozio preferito io vorrei poter andare sempre là ma certe volte sono bloccata dalla febbre.quando vado lì io mi compro gand parte del negozio.per le commesse sono diventata una celebrità mi piace andare ad accessorize perchè sono una fissata di bracciali ma anche di orecchini e adesso che ci ho i buchi quindi posso comprarmi tutti gli orecchini che voglio amo i gioielli e più di tutto i bracciali io ho tantissimi bracciali molti gli ho comprati lì amo andare da accessorize

la mia estate

caro bloggo l’estate è mia quanto mi da fastidio quando d’estate viene nonna l’estate scorsa.Antonella lavorava al porto e incontro Caparezza quando me lo disse mi sentì come un topolino picolo perchè volevo incontrarlo io al posto suo mi sentii sprofondare nel profondo della mia anima.il pomerigio dopo volevo dirlo a Gianna ma lei non mi sentiva e continuava a parlare con nonna