Mera

Mera stava in un canile a Ischitella, lei è stata scelta da Francesca perchè saltava sempre, ecco perchè l’hanno scelta. Come ha fatto Tuffo con me insomma, Francesca  disse a suo padre di prenderla ma fu lei che scelse loro. Mamma mi raccontò che l’avevano presa. Fui contentissima di conoscerla.quando io sento che un cane è stato preso da  un canile sono contenta perchè voglio bene a tutti i cani e mi sono detta speriamo che sia sempre felice, soprattutto auguro la felicità ai cani nel canile perchè li amo come amo tutti i cani. La gente che li prende è davvero brava, secondo me, e io non lo sono perchè ho preso Tuffo da un allevamento però che ci posso fare il mio sogno era avere lui! Fui davvero contenta che avevano preso Mera perchè ogni cane merita una casa perchè loro sanno solo amare e quindi sono meglio di noi! 

Annunci

odio l’inverno

io odio l’inverno odio stare a contatto col freddo odio la febbre e lo sai perchè ogni cosa fredda non la sopporto non rieco a sopportarla menomale che ce l’estate e la musica io sento musica 24 ore su 24 è la mia consolazione amo uscire e i cani e Tuffo mio.odio ogni cosa fredda menomale che ce la musica odio il freddo anche se amo la rara neve a bari nevica raramente propio perchè la neve è così rara amo la neve e quando nevica usciamo a giocare sul terrazzo ma ill gioco dura poco percè hai freddissimo e quindi torni dentro a scaldarti ma amo Natale già l’anno scorso volevo uccidere mamma che ha cchiamato a natale a starsi Adriana perchè Natale è mio e io lo voglio passare solo con la mia fagliamiglia perchè la amo

la costiera Amalfitana

due anni fa al mio compleanno siamo andati in costiera Amalfitana Amalfi è bellissima la cosa più bIMG_20140723_175342ella è che davanti al nostro albergo avevamo il mare era bellissimo svegliarsi è vedere il mare Amalfi è stata bellissima abbiamo girato tutta la città il mare è blu cioè apparentemente ti sembra blu entrandoci capisci che è trasparente.siamo stati a Ravello,a Positano,a Maiori,Minori e Atrani.la mia postazione era sul terrazzo accanto al mare ogni mattina appena mi svegliavo mi sedevo sul quel divanetto accanto al mare e sentivo la musica.dopo pranzo continuavo a sentire la musica.i colori di Ravello ad Amalfi erano bellissimi e pure i fiori di Ravello a Amalfi erano coloratissimi oviamente mamma è voluta torrnarci l’anno scorso con Adriana però siamo andati a Maiori e a Minori io avevo il mio computer quindi ogni mattina prima di pranzo e dopo pranzo mi sono messa a sentire la mia musica mentre noi(io, Adriana, mamma e Federica) andavamo a mare papà e Luigi portavano i cani a spasso ogni giorno.

il mio cane Tuffo

Tuffo è arrivato nel 2008 ed è da sempre stato mio, lui la pensa un po’ diversamente da me, io lo amo, secondo lui sono io che sono  sua, ricordo cosa ho pensato quando lo vidi all’allevamento dei 2 trulli nel 2008, pensai chIMG_20150809_101027e si sentiva solo, mi faceva tenerezza più di quanta me ne facevano i suoi fratelli, così lo presi ma trascorse un mese prima di poterlo portare a casa; aveva bisogno di stare con la mamma ma in realtà gliela toglievano. Oggi Tuffo è giocoso, mangia quello che gli va, è un monello, ora ama la carne ma non mangia sempre carne, altre  volte la schifa; Tuffo si svegli a mezzanotte e inizia a giocare, Tuffo non è coccolone se provo a prenderlo mi morde però è tenero e io lo amo perchè è mio e sarà mio per sempre.

IN VACANZA CON I CANI

COME OGNI ANNO TORNERANNO LE VACANZE ESTIVE. Molti padroni di cani abbandonano i loro cani per  andare in vacanza, io penso che una vacanza per me non è una vacanza se non puoi condividerla con il tuo cane perciò noi andiamo in vacanza con Tuffo. Io penso che sia una grandissima cazzata abbandonare il tuo cane perchè tu sei già stressato dala tua vita una vacanza deve essere solo piacere per me  per andare in vacanza perchè quando arriva l’estate se sei o siete un o una o dei o delle padroni\e di cani da cui il distacco è difficile io vi consiglio di portarvelo dietro e se qualcuno dice qualcosa vi consiglio di fare storie. Quando noi andiamo in vacanza ci portiamo Tuffo poi ovviamente mamma chiama Adriana, io me la devo subire anche in vacanze estive e vorrei ucciderla (a mamma).

Quest’anno col mio famoso problema degli occhi vorrei fare un viaggio d’estate perchè avrò gli esami e quindi il sole già offre molti svantaggi ai miei occhi, studiare poi non ne parliamo, in classe mi sarà zompata la vista 5 ore su 5 e io mi agito ma non posso fare niente per farmela tornare, devo aspettare che mi torni da sola la vista, quando mi succede là non posso chiedere aiuto a nessuno, io amo l’estate e non sopporto il mio problema. Quest’anno devo fare un viaggio d’estate e credo che lo farò da sola e credo che non farò altro perchè se mi stanco troppo mi zompa la vista e col mare e il sole mi si stanca troppo.

la mia vita e i cani

I cani ti fanno felice ogni giorno. Tuffo mi colora la giornata solo festeggiandomi, io vorrei che ogni cane avesse una sua casa, vorrei raccontare di Mera che è il cane di nostri amici, gli occhi di Mera sono uno schianto, Mera è velocissima a correre, quando viene a trovarci e la portiamo a Punta Perotti si trasforma in un lampo e a me fa tanto ridere! Mera è stata presa in un canile perciò quando è arrivata era spaventatissima.Ora Mera è proprio una monella: corre dappertutto, cerca di mordere il mio cane anche se è lui che la provoca, è coccolona anche se è possessiva. Io mi sento felice con i cani accanto e sopratutto con Tuffo, adoro Mera, mi fa divertire come corre perciò noi giochiamo sempre, l’unico cane-non cane nella mia vita è Tuffo!

Un mondo di…cani

Ho un sogno, un sogno di benessere per me e per i cani. Io amo in realtà tutti gli animali ma i cani soprattutto, mi piace qualunque animale, il mio animale preferito è il cane: non potevo non prendere Tuffo visto che già quandobarboncino
ero in quell’ospedale pensavo al cane che avrei avuto una vota tonata a casa.Mi sent
o in colpa se non mi occupo di lui. D’ inverno però non posso, perchè ho freddo e mi sale la febbre facilmente, a volte 24 ore su 2. Non sopporto le torture che  fanno ai cani, spesso si vedono in tv, a striscia la notizia. Loro sono indifesi e io vorrei difenderli perchè sono meglio di noi, li amo tutti. Il mio primo cane, il primo  con cui sono stata a contatto, si chiamava  Castagna. Era una trovatella color castagna e aveva degli occhi dolcissimi. Io ero diversa, avevo paura dei cani. Francesco,il mio migliore amico, me la fece passare: lui mi avvicinò a  Castagna e da allora imparai ad amare i cani. un altro cane importante nella mio vita è stato Cariello un ccucciolone bianco, non riuscivamo a fargli smettere di leccarmi. Mamma per non farmi leccare mi mise seduta su una panchina ma Cariello si sedette accanto a me e mi leccò la faccia.
Per offendere una persona noi la chiamiamo cane, ma in realtà il mondo dei cani è bellissimo perchè loro ti regalano tutto il loro amore senza volere niente in cambio.

Giorni musicali…

Io ho sempre amato la musica, mi sono portata il computer ovunque per sentirla e continuerò a sentirla sempre, giochiamo ancora molte volte a “la tua musica preferita”, io amo quel gioco, ovviamente puoi sentire tutte le canzoni che ami e amano i tuoi amici, è bellissimo, a turno ognuno propone una canzone e la si sente, ci facciamo la playlist che ci va, io pure in ospedale ho portato il pc per sentire musica, quando ero in ospedale a Parma l’ho portato e l’ho sentita quando siamo andati in Sicilia questa estate, è stata bella la vacanza,i miei sono e saranno sempre giorni musicali!

il mio incontro con qualcuno:Caparezza

ti voglio raccontare il mio incontro con Caparezza io avevo 9 anni e non volevo allontanarmi di casa perchè la mia abitudine era stare a casa e poi non voevo neanche staccarmi dal mio Tuffo ma quella volta mi lasciai trascinare non capii perchè è ne dove stavamo andando mio padre prese tutti i miei amici con la macchina mio zio mii fece vedere un pupazzo di tigro dove aveva messo i capelli di Caparezza così andammo mi commuosi trattensi le lacrime perchè piangere al primo incontro con una persona importante e per  trattenerle trattenei il respiro mi sentii morire

le cose che non capisco

caro bloggo io non capisco tutta Bari, le persone sono tutte “ciuccate”(bevute), non capisco l’esistenza della scuola, perchè la scuola ci pone solo più dubbi nella vita,così tanti che il cervello finisce per impazzire  ho paura che non può risolvere nessuno dei dubbi.se poi hai un compito in classeo un’interrogazione tu impazzisci perchè pensi ai tuoi problemi se sei come me cerchi di ricordarti anche quello che hai studiato allora impazzisci.non so perchè oltre a i tuoi probblemi dubbi e tutto devi studiare  meno male che esiste la musica!

Io sento sempre musica, la mia vita è cambiata in meglio dall’ 8 settembre 2008 quando ho avuto Tuffo, chi è Tuffo? il mio cane. Non capisco molte cose della vita,perchè bisogna andare a scuola?nella vita ci sono troppe domande e poche risposte nessuno può dare una certa risposta, io non mi sento mai a mio agio nel mondo, Tuffo mi sta cambiano col suo amore, io mi sento in colpa se non gli faccio da Angelo custode, lui è indifeso e poi è mio, io cerco di proteggerlo perchè lo amo, io amo gli animali perchè sono indifesi,dolci e affettuosi. Tuffo non è affettuoso(potrebbe sembrarti un gatto per come si comporta) ma lo amo ugualmente!